pausa relax con tazza di caffè e biscotto
Organizzazione tempo

Momenti di relax, grazie alla matrice di Eisenhower

Ti piacerebbe ridurre lo stress e avere più tempo libero da dedicare a te stessa e alle tue passioni?

Che domanda che ti ho fatto! Certo che si! Ma come si fa? Amazon vende bacchette magiche?

Purtroppo ancora no, ma esiste un metodo chiamato Matrice di Eisenhower, detta anche Matrice di Covey perché il metodo è stato poi ripreso e approfondito negli anni Ottanta da Stephen Covey, grazie al quale è possibile riuscire a pianificare le attività giornaliere.

Questo vuole dire che se organizzi bene le cose che hai da fare, (non esagerare con la quantità dei compiti perché non sei Wonder Woman) e gestisci il tempo a disposizione senza sprechi, trovi spazio anche per seguire i tuoi interessi.

Se per andare al cinema con le amiche hai tralasciato qualcuna delle cose da fare, succede che esci con i sensi di colpa, e non è giusto. In fin dei conti te lo meriti!

Ecco perché riuscire a raggiungere gli obiettivi è importante, perché ti evita lo stress e ti permette di vivere con soddisfazione.

Il mio consiglio è di provarlo questo sistema, come ho fatto io, che ho provato svariati metodi e non tutti mi sono piaciuti!

Non tutti sono stati così efficaci come si legge, anzi, credo che molti metodi siano di difficile realizzazione e a volte penso che nemmeno chi li scrive li utilizzi o addirittura li abbia mai provati. Questo metodo invece, per me ha funzionato.

CHE COS’ E’ LA MATRICE DI EISENHOWER

La Matrice di Eisenhower è uno strumento di gestione del tempo. Ti aiuta a classificare e ordinare le attività da svolgere in base alla loro importanza e alla loro urgenza.

COME E’ FATTA LA MATRICE DI EISENHOWER                                                               

La matrice di Eisenhower è uno schema diviso in quattro quadranti. Ogni quadrante rappresenta una categoria all’interno della quale è contenuto un elenco di attività da svolgere.

foglio di quaderno con un elenco di attività classificate in quattro diversi quadranti
i quattro quadranti della matrice

Importanti e urgenti. FACCIO

Importanti ma non urgenti. DECIDO

Urgenti ma non importanti. DELEGO

Urgenti e nemmeno importanti. ELIMINO

PERCHE’ USARLA

– Perché è uno strumento semplice da usare e veloce da realizzare.

– Perché ti fa risparmiare fatica mentale.

– Perché ti aiuta a prendere decisioni.

– Perché ti evita di perdere tempo con cose inutili.

– Perché ti serve per separare ciò che è urgente da ciò che è superfluo

COME FUNZIONA

Quello che è importante è raramente urgente e quello che è urgente è raramente importante.”   Dwight David  Eisenhower

La prima cosa che devi fare è quella di prendere carta e penna e scrivere una lista di cose che devi portare a termine nei prossimi giorni (io a volte la faccio anche giornaliera). Quando la lista è terminata, parti dalla prima cosa che hai annotato e chiediti se è urgente o meno, se è importante o meno e inseriscila nel quadrante corrispondente. Una volta che hai messo tutte le attività nei quadranti ti è più semplice capire con quali priorità fare le cose e quanto tempo ti serve per portarle a termine.

PRIMO QUADRANTE

Attività importanti e urgenti. FACCIO

In questo quadrante si trovano tutte quelle cose che vanno fatte subito, perché altrimenti rischi di perdere il controllo della situazione.

Se lavori in emergenza sotto stress, rischi di aumentare la possibilità di fare le cose fatte male. Ecco perché questo è il quadrante con l’elenco di cose che dovresti cercare di ridurre. (Hai dimenticato di stirare la camicia che devi indossare tra mezz’ora.)

SECONDO QUADRANTE

Attività importanti ma non urgenti. DECIDO

Vuole dire che decidi tu quando farle, perché puoi affrontarle senza la pressione dell’urgenza, prendendoti del tempo per valutare e pianificare ogni cosa.

L’importante è che poi una volta stabilite, tu le faccia! Altrimenti da non urgenti diventeranno urgenti e passeranno nel primo quadrante.

(Decidere quale mattinata dedicare al pagamento delle scadenze: tasse, posta.)

TERZO QUADRANTE

Attività urgenti ma non importanti. DELEGO

In questo quadrante rientrano tutte quelle attività che puoi tranquillamente delegare ad altri. Impiegare del tempo in queste attività non fa che rubare energie ad altre cose che ti interessano di più.

(Svuotare la borsa da basket perché serve la divisa pulita, rinnovare l’abbonamento del pullman perché scaduto.)

QUARTO QUADRANTE

Attività non urgenti e nemmeno importanti. ELIMINO

Qui dentro ci sono tutte quelle cose che ti fanno perdere tempo, che ti portano a procrastinare, che sono da eliminare o quantomeno da evitare sino a quando non hai terminato i compiti più importanti.

(Fermarsi in panetteria a ciaccolare quando è ora di pranzo, con la scusa di dover guardare la locandina del nuovo ristorante.)

Più riesci a dare spazio alle attività del secondo quadrante, cioè quelle che decidi tu quando farle, e meno probabilità hai che queste diventino cose urgenti da sbrigare in tutta fretta passando nel primo quadrante.

Come vedi con solo due semplici righe puoi creare la matrice di Eisenhower!  La cosa che invece richiede più concentrazione è stabilire le priorità con le quali compilare le liste, ma per fare questo ognuna di noi ha un metro proprio di valutazione in base anche a quelli che sono gli obiettivi personali.

Ti invito allora a provare questo metodo e se hai trovato l’articolo interessante, condividilo sulla tua bacheca Facebook e magari farmmi sapere come ti sei trovata con questo sistema.