Capi bianchi stesi al sole ad asciugare
Organizzazione pulizie

Stendere bene per risparmiare tempo, soldi e fatica col ferro da stiro

Stendere bene vuol dire stirare di meno!

Il che vuol dire, risparmiare corrente elettrica sulla bolletta e affaticare di meno la tua schiena, le spalle e le gambe.

Giusto per fare due conti, considera che un’ora di ferro da stiro acceso costa all’incirca 0,30-0,50€ (dipende sia dal ferro che dalla tariffa di casa tua).

Se tieni conto che un normale ferro da stiro con caldaia ha una potenza di 2.000 Watt e stimando di usarlo più o meno 5 ore alla settimana, in un mese avrai 20 ore di utilizzo.

Moltiplica le 20 ore per la potenza (2.000), otterrai 40.000 Watt al mese, che tradotto in KWh sono 40 KWh al mese.

Controlla la tua tariffa oraria e moltiplicala per i tuoi KWh, otterrai quanto ti costa stirare.

Vuol dire risparmiare tempo, la cosa più preziosa che hai!

Pensaci, potrai usare il tempo guadagnato per fare qualcosa che ti piace.

Mi riferisco a piccoli momenti fatti di piaceri semplici da condividere con amici, figli o partner. Bere il caffè con un’amica, un giro in bici, un film, un massaggio … insomma, un poco di tempo che sia solo per te!

Cogli questi momenti di serenità perché la felicità a volte, si nasconde nelle piccole cose.

Occuparsi di casa e famiglia non vuol dire privarsi del piacere di vivere.

Ed allora ecco qualche consiglio furbetto che io ho già adottato da anni. Ti permetteranno di ricavare del tempo libero in più.

 

Prepara correttamente la lavatrice

-Quando inserisci i capi nella lavatrice, girali al rovescio, chiudi le cerniere e cerca di sistemarli i più aperti possibili.

-Più è alta la velocità della centrifuga e più i panni saranno asciutti, ma anche stropicciati e quindi più impegnativi per lo stiro. Trova la tua velocità ottimale di giri. Io per esempio utilizzo 1000 giri per le spugne, 600 giri per i sintetici e i delicati e 800 giri per il restante bucato.

Non lasciare i panni delle ore nella lavatrice una volta ultimato il lavaggio.

Eviterai che si stropiccino troppo e che si formino cattivi odori.

Ed ecco un trucchetto importante: se scuoti più volte i panni prima di stenderli, avrai già eliminato buona parte delle pieghe.

 

Dove stendere

-Se è bel tempo e stendi in casa, metti lo stendino accanto ad una finestra aperta. Il passaggio di aria permetterà un’asciugatura più rapida ed eviterà che ti si formi umidità.

-Se invece stendi fuori, non esporre i panni alla luce diretta del sole, i colorati stingono e i bianchi ingialliscono.

-Se è inverno e non hai un locale adibito all’asciugatura del bucato, dovrai mettere lo stendino in prossimità del calorifero, stando attenta però a non coprirlo perché impedirebbe al calore di propagarsi nella stanza.

 

Come stendere

-Quando stendi il bucato fuori, ricordati che è buona regola pulire prima i fili con una spugnetta.

-Come per il lavaggio, anche quando stendi gli indumenti, devono essere al rovescio.

-Sullo stendino sistema i panni su fili alternati, in modo tale che ci sia lo spazio per permettere all’aria di circolare.

Gonne e pantaloni: appendi la zona posteriore della cintura, con due mollette a livello dei passanti.

Camicie, T-shirt, maglie, canotte: Io preferisco metterle sulle grucce, sistemo i bottoni e chiudo le cerniere.

Anche se per fare quest’operazione mi occorre qualche minuto in più, recupero alla grande il tempo impiegato perché la maggior parte di questi capi, non avrà bisogno di essere stirato (o al limite la stiratura sarà di molto agevolata).

Quest’accorgimento salvaguardia tutti i panni neri o scuri, dallo sbiadimento che l’uso del ferro da stiro provoca.

Se invece non hai la possibilità di avere sottomano degli appendini, stendi i panni piegati sui fili all’altezza delle ascelle, così nel caso tu utilizzassi delle mollette, i segni saranno comunque poco visibili.

Maglioni: avvolgili in un asciugamano e lasciali riposare fino a quando non hanno ceduto più acqua possibile, quindi stendili in orizzontale sopra ad un asciugamano asciutto. Evita però la luce diretta del sole perché potrebbe scolorirli.

-Calze e intimo: appendi le calze dalla parte del piede, altrimenti il polsino si deforma. La stessa cosa vale per gli slip e i boxer, appendendoli per la parte centrale eviti di deformare gli elastici in vita.

 

Fai tuoi questi consigli e mettili in atto. Avrai più tempo per te e soldi in tasca da spendere in quel tempo recuperato.

E se leggendo quest’articolo hai ottenuto risultati, condividi l’articolo sulla tua bacheca affinché anche altri possano averne dei benefici.